suites di bach

Il 7 luglio la Chiesa di San Sepolcro ospiterà il secondo appuntamento della rassegna con il ritorno di un artista tanto apprezzato quanto atteso: il violoncellista Francesco Galligioni. Fondatore dell'Accademia di San Rocco e della Venice Baroque Orchestra, con la quale ha suonato regolarmente come primo violoncello nelle più prestigiose sale da concerto, il maestro Galligioni riprende le fila di un discorso iniziato due anni fa con le Suites BWV 1007 – 1010, eseguendo le Suites per violoncello solo BWV 1011 e 1012, brani che sanciscono di fatto l’inizio della letteratura tedesca per questo strumento. Per farlo si servirà di due esemplari differenti: un violoncello anonimo (Cremona, fine XVII secolo) e un violoncello a 5 corde di Marcello Villa (Cremona, 2004) "After Brothers Amati cello, c.1600".

Ludwig van Beethoven

Suite n. 5 in do minore per violoncello solo, BWV 1011
Preludio – Allemanda – Corrente – Sarabanda – Gavotta I – Gavotta II – Giga

Suite n. 6 in re maggiore per violoncello solo, BWV 1012
Preludio – Allemanda – Corrente – Sarabanda – Gavotta I – Gavotta II – Giga