Alla Polonese

Home » Projects » Alla Polonese

Alla Polonese

Dopo una breve interruzione, Milano Arte Musica riprende il corso del suo cartellone con il solenne e tanto atteso concerto di Ferragosto, che si svolgerà alle ore 16.30 presso la Chiesa di San Pietro in Gessate in compagnia di un ensemble polacco tutto al femminile: il Giardino di Delizie. Con il programma Alla Polonese, l’ensemble invita a immergersi nel mondo di suoni, profumi e sapori della Polonia e del suo folclore, guardando alla cultura polacca attraverso gli occhi di compositori europei che vi hanno vissuto, lavorato e viaggiato tra il XVII e XVIII secolo.

Georg Philipp Telemann
(1681 – 1767)
Concerto “alla Polonese” a 4, TWV43:G7
Tarquinio Merula
(1595 – 1665)
La Polacchina
La Ciaccona
Marcin Mielczewski
(1600 – 1651)
Canzon Prima
Andrzej Rohaczewski
(XVII secolo)
Canzona a 4
Johann H. Schmelzer
(1620 – 1680)
Polnische Sackpfeiffen
Georg Philipp TelemannSonata “Polonese” a 3, TWV42:a8
Carlo Farina
(1600 – 1639)
Sonata detta la Polaca
Adam Jarzbski
(1590 – 1648)
Sentinella
violini barocchiEwa Anna Augustynowicz, Valeria Caponnetto
violoncello baroccoAgnieszka Oszańca
tiorba, chitarra baroccaGiorgia Zanin
viola, violino baroccoAnna Skorupska
cembaloElisabetta Ferri

– a cura di Gardino di Delizie

Alla Polonese è un invito a intraprendere un viaggio alla scoperta della Polonia e della sua cultura attraverso gli occhi dei diversi compositori europei e polacchi che vi hanno vissuto, lavorato o viaggiato tra XVII e XVIII secolo, e le cui composizioni presentano elementi di stile polacco. Parlando della musica polacca di quell’epoca, delle reciproche relazioni e influenze culturali tra compositori polacchi ed europei, è impossibile ignorare gli eventi storici che determinarono lo stato della nazione e la sua cultura in quel periodo. Nel XVII secolo la Polonia era una nazione dinamica, aperta, che accoglieva con entusiasmo le nuove idee artistiche provenienti dall’Europa meridionale e occidentale. Il regno dei re Vasa Sigismondo III e Ladislao IV, entrambi grandi amanti delle arti, fu un periodo di eccezionale fioritura per la musica polacca. Sigismondo III Vasa riorganizzò l’ensemble reale e reclutò molti musicisti italiani, che costituirono un gruppo importante dell’orchestra fino alla sua morte. Ladislao IV continuò il suo lavoro, portando in Polonia molti eminenti artisti italiani che lavorarono accanto a rinomati musicisti e compositori polacchi per la famosa Cappella Reale, nel teatro d’opera appena fondato a Varsavia.
Queste migrazioni rivelano la rete di connessioni musicali e culturali esistente ai tempi tra l’Italia, la Germania e la Polonia. Nella musica dei compositori che viaggiavano e svolgevano la propria attività nei vari centri culturali troviamo la testimonianza di ispirazioni e stimoli reciproci fra stili e scuole diverse.

Informazioni evento

Ancora un momento!


L'acquisto dei biglietti sarà disponibile dal 18 Maggio 2023. Nel frattempo puoi dare un'occhiata al nostro Programma

Questo si chiuderà in 20 secondi