Chiesa di Santa Maria della Sanità

La Chiesa di Santa Maria della Sanità, che si distingue per le forme sinuose della sua facciata, è edificata da Carlo Federico Pietrasanta nel 1708 per volere dei Camilliani, ordine religioso fondato alla fine del XVI secolo per dare assistenza sanitaria agli infermi. I suoi membri sono detti anche Crociferi, per la croce di panno rosso applicata sulla veste nera. La facciata, rimasta incompiuta e ancora oggi in cotto, ha forma concavo-convessa ed è conclusa nella parte superiore da un frontone curvo. Tutti gli elementi architettonici che lo definiscono – nicchie, lesene, modanature – e il ricorso alle superfici mosse e alla concezione plastica dei volumi, conferiscono all’edificio un forte senso di teatralità, avvicinandolo alle esperienze del barocco romano. L’interno, costituito da un’unica grande aula ellittica coperta a cupola, ha due cappelle su ciascuno dei lati lunghi e coro preceduto da un vano rettangolare. Numerose sono le opere pittoriche e le decorazioni nelle cappelle laterali (XVIII secolo).

Informazioni

Via Durini 20
MM San Babila
Bus 54, 60, 61, 65, 73, 84, 94
Tram 12, 19, 24, 27