Chiesa di San Sepolcro

Questa chiesa, fondata originariamente nel tardo Duecento con un attiguo convento ora scomparso, fu dal Quattrocento dedicata al grande santo francescano che visitò Milano diverse volte. La chiesa è della seconda metà del XV secolo, probabilmente progettata da Pietro Antonio Solari. Nel 1645 la superiora Suor Maria Antonia Galimberti fece restaurare la chiesa alla quale fu aggiunta un’ala con facciata barocca. Dobbiamo poi risalire al 1727 quando fu fatto un nuovo intervento durante il quale furono modificate le finestre e il portale. Circa cinquant’anni dopo il convento fu soppresso (1782). Gli edifici che lo componevano furono gradatamente demoliti e quando, nel 1913, fu costruita l’attuale sede del Liceo Manzoni, fu eliminata anche l’ala secentesca della chiesa. Fu ripristinato nel 1922, dopo i rimaneggiamenti barocchi, l’aspetto della facciata, furono rafforzate le fondazioni, fu consolidato il tetto e si completò il campanile. All’interno furono tolte le diverse intonacature e messi a nudo gli affreschi di scuola lombarda del ‘400. Altri affreschi qui sono attribuiti alla scuola di Vincenzo Foppa. Solo nel 1923 la chiesa fu riaperta al culto. Nel 1943 un bombardamento aereo distrusse alcune parti del tetto e della chiesa, danni che furono peggiorati da alcune scosse di terremoto nel 1951. La chiesa fu chiusa prudenzialmente sul finire degli anni Ottanta, e rimase in stato di abbandono fino al 1997, quando fu costituita l’Associazione Amici di S. Bernardino alle Monache, che ha promosso un complesso lavoro di restauro e consolidamento, ad opera della Regione Lombardia, permettendo la riapertura nel 2006.

Informazioni

Piazza San Sepolcro
MM Duomo
Tram 2, 3, 12, 14, 15, 16, 19, 24