Istituto di Musica Antica della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado

istituto di musica antica civica scuola di musica claudio abbado

Musica per il bestiario di Leonardo da Vinci

15 giugno 2019 ore 18.00
Sala della Balla Castello Sforzesco

Musica nella Milano Leonardesca

16 giugno 2019 ore 18.00
Sala della Balla Castello Sforzesco

L’Ensemble di Musica Medievale della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano è il risultato di un progetto didattico che da anni viene portato avanti sotto la guida di Claudia Caffagni. Si tratta di un gruppo di giovani musicisti, provenienti da diverse esperienze musicali, da diversi paesi del mondo, uniti dall’interesse per la ricerca rivolta a un repertorio medievale ancora molto da esplorare, che ha il fascino di parlare un linguaggio in grado di comunicare ancor oggi emozioni e di raccontare una parte importante della nostra storia e della nostra tradizione musicale. Si è esibito in varie occasioni presso la Fondazione Ugo e Olga Levi onlus di Venezia, al Festival Grandezze e Meraviglie di Modena, alla stagione dei concerti al Castello Sforzesco e in Duomo alla rassegna “Mese della Musica” con il patrocinio dell’Arcidiocesi di Milano, di Regione Lombardia e del Comune di Milano e all’edizione 2018 di MiTo.

Daniela Beltraminelli, violinista e cantante, studia il violino con Carlo Chiarappa, grazie al quale ha sviluppato l’interesse per la musica antica. Prosegue gli studi con Pierre Amoyal a Losanna, prima di specializzarsi in violino barocco con François Fernandez, Enrico Gatti, Manfredo Kraemer e con Anton Steck alla Musikhochschule di Trossingen dove ottiene il diploma di perfezionamento nel 2003. Accanto all’attività violinistica si dedica allo studio della voce e del repertorio vocale barocco con Claudine Ansermet, Adriana Fernandez e Roberto Gini, e allo studio della gestualità barocca con Deda Cristina Colonna. Nel 2006 conclude un corso triennale di perfezionamento nel Metodo Funzionale della voce di Gisela Rohmert diretto da Maria Silvia Roveri. Si diploma in Canto Barocco presso il Conservatorio di Vicenza con Gloria Banditelli e Patrizia Vaccari e intraprende una formazione pedagogica in Funzionalità Vocale presso il Centro Voce Mea diretto da Maria Silvia Roveri. Collabora in qualità di violinista con Thomas Hengelbrock, Diego Fasolis, Roberto Gini, Lorenzo Ghielmi, Philippe Jaroussky, Vanni Moretto e Andrea Marcon coi quali incide per le case discografiche Sony, Virgin, Arts, Passacaille, Fuga Libera e tiene concerti in Europa e America. Si esibisce col canto e il violino nel repertorio medievale, rinascimentale e barocco. Dal 2010 dirige la scuola di canto corale “Cantori della Turrita”.

Laia Blasco López, nata a Valencia, studia flauto a becco con Elisabeth Woltèche presso il Conservatorio José Iturbi e scopre la sua passione per il canto antico attraverso il canto corale. Studia canto presso il Conservatorio Velluters con Gemma Roig per poi proseguire gli studi di flauto a becco con Jérôme Minis e Thomas Kügler presso la Musikhochschule Münster. Continua la sua formazione vocale con Helena Hajfitz e in 2015 decide di specializarsi in musica medievale con la cantante Maria Jonas presso la Folkwang Universitat Essen. A Basilea studia con Ana Arnaz e inizia i suoi studi di canto al Conservatorio di Lussemburgo con Monique Simon. Da ottobre 2018 frequenta il Biennio in Musica Medievale con Claudia Caffagni presso la Civica Scuola di musica Claudio Abbado di Milano. Lavora con diversi Ensemble quali LiberArte Bonn (Lupe Larzábal), Ars Choralis Coeln (Maria Jonas), Boreas Musica (Elisabeth Woltèche) e Ibera Auri. Partecipa a diversi festival quali ORDA (Amsterdam 2017), Grachtenfestival 2018, 5 segles de musica (Valencia 2018) e Festival música antigua de Gijón (Concurso 2018), dove riceve il premio sia della giuria che del pubblico col suo ensemble Ibera Auri insieme al quale si esibisce per Radio 4 Netherlands nel 2018.

Caterina Chiarcos dopo studi di violoncello si è diplomata in canto rinascimentale e barocco con Cristina Miatello presso il Conservatorio “B. Marcello” di Venezia, perfezionandosi nella prassi del repertorio barocco con Lia Serafini, Ghislaine Morgan, Emma Kirkby e Alessandro Quarta. Persegue inoltre il suo interesse per la musica medievale frequentando il biennio di Musica Medievale con Claudia Caffagni presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano. Si è esibita in rassegne e festival di musica antica tra cui “Musikàmera” del Gran Teatro La Fenice di Venezia, i Concerti di Primavera a Modena, I Pomeriggi musicali del Teatro dal Verme a Milano, Brera Musica, Grandezze e Meraviglie a Modena e Ferrara, Chateaux en Musique in Val d’Aosta, Trigonale 2016 in Maria Saal, Musik und Kirche e Geistliche Abendmusik a Innsbruck. Membro di vari ensemble di musica antica tra cui Accademia Veneziana, Teatro Armonico, Coro e Orchestra Barocca Andrea Palladio di Vicenza, InUnum Ensemble di Vittorio Veneto e la Cappella Claudiana di Innsbruck, collabora inoltre con l’ensemble veneziano di musica armena Gaspard Edesse, diretto da Justine Zara Rapaccioli. Già membro della Cappella Marciana della basilica patriarcale di San Marco in Venezia, dal 2015 fa parte dei Solisti della stessa, sotto la direzione di Marco Gemmani.

Priscila Gama Santana, nata a Recife, Brasile, inizia a 7 anni gli studi di flauto dolce presso il Conservatorio Pernambucano di Musica per poi proseguirli all’Università Federale di Pernambuco (UFPE) sotto la guida di Daniele Cruz Barros, laureandosi cum laude nel 2016. Dal 2012 si dedica all’arpa, iniziando gli studi con Mônica Cury. Partecipa alle masterclass di Vanja Ferreira e Isabelle Moretti (Francia). Da 2016 studia Arpa barocca e rinascimentale con Mara Galassi presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano. Svolge anche progetti di musica popolare brasiliana come cantautrice, accompagnandosi all’arpa.

Stefano Maffioletti, nato a Milano nel 1993, incomincia lo studio del violino per poi passare al pianoforte, conseguendo nel 2017 il diploma accademico di I livello sotto la guida di Maria Teresa Levati presso la Civica Scuola Claudio Abbado di Milano. In Stefano la passione per la musica medievale nasce da due esperienze: da una parte frequentando il seminario annuale di Claudia Caffagni (Civica Scuola) al termine del quale partecipa a due concerti (Venezia e Milano), poi dal fatto di essersi laureato in Lettere Moderne presso l’Università degli studi di Milano con il professor Daolmi con una tesi dedicata a un conductus di Filippo il Cancelliere. Nel 2016 e nel 2018 segue un corso con Benjamin Bagby approfondendo lo studio del repertorio del primo Duecento. Partecipa al progetto di trascrizione ed esecuzione della messa L’Homme Armè di Dufay della Fondazione Benetton Studi e Ricerche in qualità di strumentista e cantante; il progetto “O rosa bella” lo vede impegnato come tenore nell’incisione per Brilliant Classics (2017). La passione per la musica antica lo porta a intraprendere lo studio del clavicembalo presso il Conservatorio di Parma. Da due anni collabora con il centro di musicoterapia Musicaoltre e con il centro Esagramma in qualità di pianista, lavorando presso i gruppi di MTO e nell’orchestra inclusiva. Ha seguito il corso introduttivo alle Metodologie Esagramma: Musico Terapia Orchestrale (MTO), Educazione Orchestrale Inclusiva (EOI), Educazione Vocale Affettiva (EVA) nel 2016. Con l’orchestra Esagramma si esibisce in diversi concerti e festival, in Italia e all’estero.

Segui Civica Scuola di Musica Claudio Abbado