enrico baiano

Photo © Luciano Ferrara

Il violoncello napoletano
Musiche di Alborea, Scarlatti, Pergolesi

5 agosto ore 20.30
Chiesa di San Bernardino alle Monache

Enrico Baiano è oggi considerato uno dei più completi e interessanti interpreti sulla scena della musica antica. Nel suo approccio interpretativo si combinano sapientemente rigore storico-stilistico, libertà espressiva e grande virtuosismo; una non comune capacità di sfruttare le risorse timbriche ed espressive del clavicembalo gli permette di realizzare crescendo, diminuendo, cantabilità ed effetti orchestrali che rendono ogni concerto un evento. Ha registrato otto CD per l’etichetta Symphonìa, ora in corso di ripubblicazione per le etichette IMD Music, Pan Classic e Glossa, tutti accolti entusiasticamente dalla critica e più volte premiati; un altro CD dedicato alle Sonate di Scarlatti, pubblicato dall’etichetta Stradivarius, ha vinto il Premio Speciale della Critica Classica di Musica e Dischi come miglior album 2013 nella sezione “classica strumentale italiana”. Per Limen Arts ha registrato in CD e DVD: J. S. Bach, Il Clavicembalo ben temperato (eseguito su clavicembalo, clavicordo e fortepiano) e, con il flautista Tommaso Rossi, Sonate per traversiere e tastiera (fortepiano).
Enrico Baiano è tra i maggiori studiosi e interpreti della musica di Domenico Scarlatti. Altri autori ai quali dedica studio approfondito sono i virginalisti inglesi Henry Purcell, Louis Couperin, i maestri del Seicento napoletano (Giovanni de Macque, Ascanio Mayone, Giovanni Maria Trabaci, Giovanni Salvatore, Gregorio Strozzi, ecc.), Girolamo Frescobaldi, Johann Jakob Froberger, Jean-Philippe Rameau, Johann Sebastian Bach, Carl Philip Emanuel Bach, Franz Joseph Haydn, Wolfgang Amadeus Mozart, Muzio Clementi. Ha preso parte a diverse trasmissioni televisive e radiofoniche italiane ed estere e a due film-documentario del regista Francesco Leprino: Sul nome B.A.C.H. e Un gioco ardito (su Domenico Scarlatti). Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: Metodo per clavicembalo, edito da Ut Orpheus e tradotto in cinque lingue; Le Sonate di Domenico Scarlatti (in collaborazione con Marco Moiraghi), edito da LIM - Libreria Musicale Italiana; Il discorso musicale in La narrazione al plurale (a cura di S. Messina), edito da Gaia; Mille fughe, pause e riprese – Clavicembalisti napoletani del Seicento, di prossima pubblicazione nel volume Storia della Musica e dello Spettacolo a Napoli - Il Seicento, Edizioni Turchini.
È docente di clavicembalo, clavicordo e fortepiano presso il Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino.