christophe coin

Il violoncello napoletano
Musiche di Alborea, Scarlatti, Pergolesi

5 agosto ore 20.30
Chiesa di San Bernardino alle Monache

Nato a Caen nel 1958, Christophe Coin ottiene assai presto il premier prix di violoncello al Conservatorio di Parigi, nella classe di André Navarra. Una borsa di studio lo porta a Vienna, dove incontra Nikolaus Harnoncourt e Jordi Savall, che gli fa conoscere la viola da gamba e diviene suo maestro alla Schola Cantorum di Basilea. Trovato negli strumenti antichi il suo terreno ideale, fa da subito il suo ingresso nel mondo concertistico lavorando con il Concentus Musicus di Vienna e poi con Christopher Hogwood. Nel 1984 fonda il Quartetto Mosaïques insieme a Erich Höbarth, Andrea Bischof e Anita Mitterer. I loro CD dedicati all’op. 20 e all’op. 33 di Haydn vengono insigniti del prestigioso Gramophone Award. Lavora, inoltre, con musicisti del calibro di Patrick Cohen, Monica Huggett, Ton Koopman, Wieland Kuijken, Gustav Leonhardt, Scott Ross, Jordi Savall, Hopkinson Smith. Frequenti inviti, sia come solista sia in qualità di direttore, gli giungono da grandi formazioni quali Orchestre des Champs-Elysées, Concertgebouw di Amsterdam, Concentus Musicus, Orchestra of the Age of Enlightenment, Academy of Ancient Music. Nel 1984, al Conservatorio di Parigi, inaugura la cattedra di Violoncello barocco e Viola da gamba. Diviene, quindi, docente presso la Schola Cantorum di Basilea, nonché presso diverse accademie internazionali. Dal 1991 al 2013 assume la direzione dell’Ensemble Baroque de Limoges, con il quale incide più di una ventina di dischi.

Segui Christophe Coin